strategie email marketing

9 strategie utili di Email Marketing per il 2020

Oggi sul web siamo bombardati da tweet sarcastici, mini video e meme simpaticissimi, ma c’è un potente strumento di marketing che probabilmente non sfiorirà mai: le email.

In quasi 20 anni, però, le tecniche di email marketing che funzionavano negli anni 2000 vanno riviste e aggiornate, soprattutto alla luce del fatto che, nel marzo 2019, ben il 56% del traffico totale di email è stato contrassegnato come spam.

La sfida di oggi, quindi, è realizzare campagne email che siano in grado di risultare altrettanto informative e attraenti quanto i più moderni strumenti di marketing online (social media, apps…).

Per restare al passo coi tempi e risultare efficaci oggi come ieri, ecco 9 strategie utili di email marketing da utilizzare nel 2020.

 

  1. Connettiti veramente con il tuo pubblico

Inviare ai nostri contatti delle email che parlano di temi per loro totalmente irrilevanti è, ovviamente, un errore che non andrebbe mai commesso. Al contrario, devi sforzarti di intercettare i bisogni e i gusti del tuo target, e un ottimo modo per farlo è suddividere la tua mailing list in sottogruppi.
L’Annual Email Optimizer Report di Lyris ha evidenziato infatti che una segmentazione della mailing list si traduce in un aumento del tasso di apertura delle email, in una maggiore rilevanza dei messaggi inviati e in minori tassi di disiscrizione dalla mailing list.

Puoi suddividere e raggruppare I tuoi contatti per età, genere, luogo… Questo ti aiuterà sicuramente ad inviare sempre i messaggi più adatti ai vari destinatari.

 

  1. Personalizza i tuoi contenuti

Gli strumenti di email marketing dovrebbero parlare direttamente a lettori specifici… come fare? Semplice, personalizzando il contenuto delle tue email.

Dopo aver suddiviso in gruppi la tua mailing list, inizia a pensare alle caratteristiche di questi sottogruppi: cosa gli interessa? Quali prodotti e servizi stanno cercando quando navigano sul web? Cos’è il customer service per loro? Cosa li ha spinti a visitare un sito e ad iscriversi alla relativa newsletter?

Familiarizzando con I tuoi lettori sarà più semplice personalizzare le tue email, i follow-up e i reminder. Ad esempio i “Millennials” amano ricevere email con poco testo e belle immagini, quindi potrebbero apprezzare molto un’infografica (che potranno anche condividere rapidamente con i loro amici).

 

  1. Cattura e mantieni alta l’attenzione dei tuoi contatti

I consumatori di oggi sono multitasking: scrollano notizie sui loro smartphone mentre guardano un video alla tv, mentre nel frattempo magari controllano le email di lavoro… La competizione per catturare l’attenzione del cliente quindi oggi è più forte che mai.

Ecco allora che diventa molto importante pensare a modi creativi affinché i tuoi messaggi siano notati dai tuoi utenti: scrivi titoli divertenti, immagini ad effetto ma soprattutto email dirette, non del tipo “acchiappa-click”.

 

  1. Inserisci una call-to-action chiara

Sei riuscito ad attirare l’attenzione dei tuoi contatti che – ottimo! – hanno anche letto la tua email fino alla fine… e adesso? Ora è il momento di chiarire qual è lo scopo del tuo messaggio, e per farlo uno dei metodi migliori è stabilire la call-to-action che desideri effettuino i tuoi utenti.

La CTA può essere visitare il tuo sito web, iscriversi alla tua newsletter, mettere “mi piace” alla tua pagina Facebook, effettuare un acquisto sul tuo store online… devi portarli a fare ciò che vuoi che facciano.

 

  1. Limita la frequenza delle tue email

Una persona che lavora in ufficio riceve in media 121 email al giorno… sono tantissime, e non crediamo tu voglia che il tuo messaggio finisca nella cartella Spam. Per evitare questo rischio, ricordati che a nessuno piace essere bombardato di email, quindi… il consiglio è di non inviare più di una comunicazione a settimana ai tuoi iscritti.

 

  1. Sii creativo nei titoli e nel campo “Oggetto”

Il campo “Oggetto” di un’email è un elemento determinante: i lettori tendono ad ignorare le email con titoli noiosi o “acchiappa-click”. MailChimp ha condotto una ricerca di email marketing da cui è emerso che le email che contenevano nell’oggetti testi corti e descrittivi fanno più presa sui lettori.

Puoi utilizzare parole che indicano urgenza, porre una domanda o mettere in dubbio una credenza comune. Usa i sottogruppi della tua mailing list per scegliere quali email sono le più adatte ai vari tipi di utenti.

 

  1. Assicurati che le tue email siano mobile-friendly

Un recente studio indica che nel 2025 il numero di utenti da mobile raggiungerà i 5 miliardi. Una moltitudine di persone che andrà sul web, userà i social e controllerà le email dal proprio smartphone.
È quindi evidente che qualsiasi comunicazione inviata via email dev’essere ben ottimizzata per dispositivi mobili.

Per creare un Sistema mobile-friendly, valuta attentamente la lunghezza dei testi e le immagini. Alcuni formati potrebbero non visualizzarsi correttamente sui cellulari, altri potrebbero essere pesanti da scaricare…

  1. Scrivi email professionali

Cosa penseresti di un’azienda che invia email piene di refusi ed errori grammaticali? Errori del genere influenzano inevitabilmente la considerazione che abbiamo del mittente.

Prepara sempre I tuoi messaggi scrupolosamente, anche perché le promozioni via email non sono così diverse da altri tipi di campagne marketing. Prenditi il tempo necessario per progettare e preparare una bozza, rileggila più volte e utilizza una tone of voice coerente con il tuo brand.

 

  1. Costruisci una community inclusiva

Le persone ormai non navigano sul web solo per ottenere rapidamente informazioni: incontrano altre persone, si organizzano in gruppi e, in definitiva, creano un “mondo virtuale” che rispecchia quello reale.

Usa quindi le tue email per cercare di riunire i tuoi lettori in una community inclusiva: potrai condividere aggiornamenti sulla tua vita (non necessariamente legati alle tue solite promozioni), come ad esempio un momento della tua giornata lavorativa, ma anche una foto del tuo animale domestico…

Utilizzando questi elementi nelle tue email (ma senza abusarne) farà sì che i tuoi lettori si sentano a casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su