Sei riuscito a creare engagement sui social del tuo business, gli utenti ti contattano per chiedere informazioni, preventivi etc… Ottimo. Il passo successivo da compiere è far sì che, da potenziali, diventino effettivamente nuovi clienti.

Il percorso che devi far fare ai tuoi contatti (o lead) si chiama “funnel” e prevede una serie di attività online, anche sui social media. Oltre a queste, però, vi sono 4 tool online che possono aiutarti molto… scopriamoli insieme.

 

  1. CANDDi

La prima cosa da fare per trasformare i tuoi lead in clienti è conoscerli. Infatti – come abbiamo detto altre volte – capire l’identità e i gusti dei nostri utenti ci permetterà di elaborare delle attività di marketing mirate. In questo, CANDDi può aiutarci molto poiché traccia tutti i visitatori del tuo sito web e i loro referrer (le fonti da cui sono arrivati a te). Per ogni utente CANDDi ci fornirà infatti i seguenti dati:

  • Nome del visitatore
  • Luogo
  • Punteggio lead
  • Tempo trascorso sul sito
  • Datore di lavoro del visitatore (azienda)

 

Grazie a questi dati avrai un’idea piuttosto chiara dei tuoi potenziali clienti. CANDDi offre inoltre dati in tempo reale per ogni lead, la possibilità di impostare degli avvisi e di ricevere report sui visitatori. Infine, potrai integrare questo tool con le tue attività di email marketing, CRM e live chat.

 

  1. VWO

Effettuare dei test è un ottimo metodo per aumentare le conversioni, perché ti permette di capire quali pagine del tuo sito convertono meglio. VWO ti permette di condurre test A/B, multivariabili e split test.

Con VWO si possono effettuare test anche in base al comportamento del visitatore del tuo sito web: troverai infatti delle opzioni di targettizzazione come tempo trascorso su una pagina, percentuale di scroll, tentativi di uscita etc.

Grazie alle heatmap e a un’apposita funzione di registrazione scoprirai quali sono le sezioni del tuo sito in cui gli utenti indugiano di più, e riceverai anche dei consigli su dove inserire gli elementi più importanti di ogni pagina. Per comprendere meglio i risultati dei test,potrai segmentarli in base al traffico social, referral, diretto, così come verificare l’impatto dei test A/B sul funnel di vendita.

 

  1. Evergage

Come già detto, uno dei modi migliori per trasformare i tuoi lead in clienti (e quindi vendite) è proporgli contenuti in linea con i loro gusti ed esigenze. In tal senso, Evergage è uno strumento utile in quanto ti permette di personalizzare il contenuto del tuo sito web in base ai gusti degli utenti sui social: cosa leggono più spesso i visitatori di Facebook? E gli utenti di Twitter?

Oltre a questo, Evergage sfrutta un algoritmo di machine learning per controllare il comportamento degli utenti del tuo sito e, in base alle sezioni in cui si soffermano di più e al loro engagement, ti suggerisce i contenuti migliori da proporre loro.

Con Evergage è infine possibile condurre test A/B per capire i contenuti che funzionano di più e, per chi possiede un portale e-commerce, fornire ai propri utenti dei consigli d’acquisto personalizzati in base agli acquisti e ai prodotti visualizzati di recente.

 

  1. Zoho CRM

Una volta ottenuti dei lead mediante i tuoi social media, per poter trasformare questi utenti in clienti è necessario interagire con loro anche su altri canali (sito web, email, telefonate…). Zoho CRM semplifica questo processo perché ti permette di tracciare tutte le interazioni che hai avuto con un lead attraverso l’intero funnel di vendita.

Dopo aver ottenuto un lead, potrai coltivarlo via email o interagirci sui social media. Il tool è dotato anche di un filtro molto utile per visualizzare tutti i lead provenienti dai tuoi account social.

Con Zoho CRM potrai anche impostare delle regole di “lead scoring” per individuare i lead da coltivare di più e, grazie alla funzione “email campaign”, creare delle campagne email segmentate per i tuoi lead provenienti dai social media.