Whatsapp Business Nearby

“Business Nearby”, su WhatsApp arrivano le pagine gialle

Se qualcuno avesse ancora dei dubbi sul fatto che WhatsApp si stia lentamente (e neanche troppo) trasformando in una piattaforma e-commerce, da oggi non ne avrà più: è infatti notizia di questi giorni che Facebook è al lavoro per costruire una “versione moderna delle Pagine Gialle” all’interno dell’app di messaggistica più famosa al mondo.

La nuova funzionalità si chiama “Business Nearby” e permetterà agli utenti di “cercare e contattare le aziende locali direttamente dall’app”. Mark Zuckerberg ha spiegato che “il lancio della prima versione per ora è nel territorio di San Paolo in Brasile, e presto arriverà altrove”.

La nuova sezione WhatsApp dedicata alle aziende conterrà migliaia di attività commerciali suddivise in categorie (“cibo”, “abbigliamento”, “servizi”…) e gli utenti potranno quindi navigare e trovare rapidamente il negozio di cui hanno bisogno. Il vicepresidente della messaggistica aziendale di Facebook, Matt Idema, ha dichiarato che i prossimi Paesi a testare Business Nearby saranno India e Indonesia, ma probabilmente tra pochi mesi la vedremo arrivare anche in Europa (e in Italia).

La nuova funzione di WhatsApp riapre la discussione sugli annunci pubblicitari: a differenza di Facebook e Instagram, WhatsApp ad oggi non contiene nessun tipo di pubblicità, che però è un pensiero sempre presente nella mente di Zuckerberg. Non è escluso infatti che in futuro tra le nostre chat vedremo apparire degli annunci sponsorizzati dalle aziende locali. “C’è sicuramente una strategia – ha dichiarato Idema – gli annunci rappresentano il modello di business principale per Facebook e a lungo termine penso che in una forma o nell’altra faranno parte del mondo di WhatsApp”.

Ad ogni modo WhatsApp ha implementato dei servizi per le piccole imprese già dal 2018, introducendo poi delle funzionalità come il supporto per i cataloghi di prodotti e i carrelli della spesa. Ora in Brasile e India supporta anche i pagamenti in-app: gli utenti possono effettuare acquisti dai profili delle aziende, così come inviare denaro a familiari e amici. Secondo la stessa WhatsApp sono già un milione gli inserzionisti che utilizzano nelle loro pagine Facebook e Instagram i pulsanti “click to WhatsApp” per portare gli utenti a chattare direttamente con loro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su