Come costruire una Brand Identity di valore

Nel marketing c’è una regola fondamentale che viene prima di tutto: il cliente dev’essere al centro del business. Molto spesso quando si sente il termine “Branding” si pensa al nome e al logo di un marchio, ma il brand non è solo questo, è molto di più.

Il branding, infatti, è una strategia di comunicazione necessaria per identificare e distinguere un marchio da un altro.

Oggi, con i mercati saturi e sempre più competitivi, per il successo di un’azienda il branding è fondamentale, poiché aumenta il suo riconoscimento e il suo valore nella percezione dei clienti.

Il Branding si compone essenzialmente di quattro elementi principali:

  • L’identità del brand (Brand Identity)
  • Le sue declinazioni grafiche e visive (Visual Expressions)
  • La personalità del brand (Brand Personality)
  • L’esperienzialità del brand (Brand Experience)

 

Per poter competere con la concorrenza e ritagliarsi un posto di rilievo nel proprio settore di mercato, è necessario migliorare e rendere coerenti tra loro ciascuno di questi elementi. Ma come si può creare una Brand Identity di valore, in grado di far breccia e di restare nella mente degli utenti?

Le prime azioni da compiere sono sicuramente tre: chiedersi cosa rappresenta il proprio brand, distinguersi dalla concorrenza e dare voce al brand.

 

1) Chiediamoci cosa rappresenta il nostro brand

Per creare una Brand Identity solida e originale, il primo step è capire cosa dovrebbe rappresentare il nostro marchio. Chi è il nostro brand? Quali sono il suo obiettivo e i suoi valori? Quando costruiamo un brand dobbiamo sempre partire da queste domande.

Una volta trovate le risposte a questi interrogativi, dobbiamo essere in grado di comunicarli nel modo giusto ai nostri potenziali clienti.

Infine, a proposito di clienti, è fondamentale conoscere bene il nostro target; solo così riusciremo ad elaborare e ad adattare la nostra strategia di comunicazione ai nostri potenziali clienti.

 

2) Distinguiamoci dalla concorrenza

Potrebbe sembrare scontato, ma essere diversi dagli altri brand è un fattore fondamentale per essere ricordati nella mente dei nostri clienti. Dobbiamo riuscire a trovare il nostro marchio di fabbrica, ciò che ci rende unici.

Focalizziamo quindi la nostra comunicazione su questa unicità e accentuiamola agli occhi del nostro target. Così facendo aiuteremo i nostri clienti a fare la scelta giusta e, nel lungo periodo, renderemo memorabile il nostro brand.

 

3) Diamo voce al nostro brand

Come fare per rendere unico il nostro marchio? Sicuramente dandogli voce!

Non solo grazie agli elementi visivi come il logo, il font etc, ma creando attorno al nostro brand un linguaggio proprio, unico e inimitabile che gli permetta di distinguersi dalla concorrenza.

Per farlo la prima cosa da fare è conoscere nel dettaglio chi sono i nostri consumatori target: sono uomini o donne? Single o coppie? Giovani o anziani?

Una volta individuato il target dovremo, ovviamente, scegliere e utilizzare un tono di voce (tone of voice) che rispecchi il nostro consumatore tipo.

In base al target potremo quindi scegliere un tone of voice formale o informale, che faccia percepire il nostro brand come lussuoso, classico o giocoso… È fondamentale che il tono di voce sia rappresentativo e coerente con il brand, deve corrispondere alla sua espressione visiva e dev’essere chiaro e coerente su tutti canali di comunicazione che utilizzeremo.

Siti web, social media, negozi (fisici o e-commerce), merchandising… tutti i touchpoint (i punti in cui il brand e i clienti entrano in contatto) devono regalare al nostro target un’esperienza positiva e memorabile.

Se dedicheremo il giusto tempo e la giusta cura a tutti questi aspetti, avremo ottime possibilità di costruire un brand di valore e di successo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su