Come individuare il target delle nostre campagne Facebook Ads

Per creare una campagna Facebook di successo è indispensabile individuare in modo corretto il target dei nostri annunci pubblicitari. Una volta scelti gli obiettivi della nostra campagna, infatti, dovremo decidere a chi mostrarla, in altre parole stabilire chi è il nostro pubblico.

Per raggiungere il nostro pubblico possiamo utilizzare diversi formati pubblicitari e centinaia di parametri. Un errore molto comune che possiamo commettere in fase di definizione del target è usare dei pubblici troppo ampi o con interessi troppo generici, con la conseguenza di sprecare il nostro budget senza ottenere risultati apprezzabili.

Il target, infatti, può essere filtrato per interessi specifici, per caratteristiche demografiche, per pubblici simili… Possiamo anche affidarci all’algoritmo pubblicitario di Facebook o semplicemente impostarlo in base ad uno o più CAP delle zone che vogliamo raggiungere. Questi sono tutti metodi sostanzialmente validi, ma la cosa più importante da ricordare è che il target migliore è quello che ci conosce e che dimostra interesse nei nostri confronti.

 

Target caldi e target freddi

I target possono essere divisi in due categorie: chi ci conosce (target caldi) e chi non ci conosce (target freddi). Chi ci conosce è più probabile che acquisterà qualcosa da noi, mentre i target freddi – cioè chi non ci conosce e non ha mai interagito con il nostro sito o con i nostri contenuti Facebook – sono molto più difficili da acquisire.

Chi è il target che ci “conosce”? Innanzitutto i nostri clienti, ovviamente. Oltre ai clienti che hanno già effettuato un acquisto, molto importante è anche il database di mail che abbiamo costruito negli anni (anch’esso che potrà essere diviso in contatti caldi e freddi). Utilizzando il database, infatti, potremo arrivare anche alle persone che in passato hanno manifestato interesse nei confronti della nostra attività, a quelle che si sono iscritte alla newsletter etc.

Anche chi ha effettuato delle azioni sul nostro sito costituisce un target molto efficace: chi ha visualizzato una pagina, la lead generation, chi ha aggiunto dei prodotti al carrello del nostro sito di e-commerce e ha effettuato il checkout…

Uno dei vantaggi di Facebook è che possiamo utilizzare questi target che hanno mostrato interesse ai nostri prodotto o servizi come pubblici di remarketing. È poi ovvio che i clienti effettivi – quelli cioè che hanno effettuato uno o più acquisti – vanno tenuti sempre in considerazione, magari riservando loro delle offerte dedicate.

 

L’importanza del nostro sito web

Lo strumento principale per fare pubblicità su Facebook è il nostro sito web. Il sito infatti è il luogo che raccoglie il traffico proveniente dai diversi canali: SEO, Google ADS, social network e Facebook Ads.

Per ottenere i migliori risultati è vivamente consigliato affiancare una buona strategia di Facebook Advertising alle altre attività di Web Marketing (SEO in primis). Il traffico organico proveniente dalla SEO è indispensabile poiché è profilato; inoltre non possiamo contare sempre e solo sul traffico a pagamento.

Ottenere un buon posizionamento nella SERP (Search Engine Results Page, pagina dei risultati del motore di ricerca) è infatti fondamentale sia per vincere la concorrenza sulle keyword legate all’acquisto, sia per intercettare le parole chiave transazionali, quelle cioè più vicine all’acquisto.

I migliori target sono quelli che statisticamente convertono di più. Per verificarlo però dovremo sempre testare, testare e testare. Quello della pubblicità online infatti è un sistema complesso e che richiede un costante controllo: bisogna avere pazienza, fare continui test e analizzare ogni giorno l’andamento delle nostre campagne.

1 commento su “Come individuare il target delle nostre campagne Facebook Ads”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su