Lanciare un content project

Le 3 cose da fare per lanciare al meglio il tuo content project

Stai per scrivere un nuovo e-book o per iniziare un progetto di ricerca? Stai lavorando ad un white paper? Qualsiasi progetto tu voglia intraprendere saprai benissimo che richiederà molti sforzi tra le attività di ricerca, di scrittura, di design.

Inoltre, ovviamente dovrai pensare anche all’aspetto dello studio dei competitor e della promozione del tuo prodotto o servizio. Ecco allora che questa breve guida potrebbe esserti utile: qui infatti troverai 3 passaggi fondamentali da seguire prima di lanciarti a capofitto in un nuovo progetto professionale.

1. Identifica i tuoi competitor

Una delle primissime domande che devi porti quando ti viene l’idea per un nuovo progetto è “Esiste già qualcosa di simile a quello che vorrei realizzare?”. E, subito dopo, “Cosa posso apprendere dai progetti già esistenti e in che modo il mio di differenzierà da loro?”.

Conoscere i tuoi competitor è un fattore chiave poiché può determinare il successo o il fallimento di un nuovo progetto. Fai delle ricerche per capire le strategie promozionali dei tuoi competitor, ti sarà molto utile per scegliere le tue e farti venire delle idee di marketing efficaci.

Per questo scopo una piattaforma molto utile è BuzzSumo, un tool davvero efficace per fare ricerche di mercato e confrontarsi con i propri competitor su un determinato progetto. Nella sezione “Analisi del Contenuto” troverai infatti la lista di tutti i contenuti rilevanti già presenti online; ti consigliamo di impostare il periodo temporale su una finestra di 3-5 anni, in modo da avere una panoramica più ampia sul tema che stai trattando. Inoltre potrai filtrare i risultati per engagement, il che è particolarmente utile nell’analisi dei contenuti più recenti.

2. Trova i “content gaps”

Il concetto di “content gap” è molto importante in quanto identifica tutti quegli “spazi” online tra ciò che gli utenti stanno cercando e cosa effettivamente trovano sui motori di ricerca. Per trovare i content gaps relativi al tuo progetto innanzitutto trova i tuoi competitor diretti che hanno pubblicato un progetto simile al tuo o che hanno targettizzato le tue stesse parole chiave. Per farlo cerca su Google la tua keyword principale e vedi com’è posizionata; ovviamente il tuo obiettivo sarà di farla salire il più possibile nel ranking di Google.

Nel cercare la tua parola chiave principale, presta attenzione anche ai seguenti elementi:

  • Titolo e meta tag: sono coinvolgenti? Come potrebbero rendere meglio?
  • Le domande nei box “Le persone hanno chiesto anche”
  • Markup corposi, incluse le FAQ e altri tipi di rich snippets (il markup dei dati strutturati è un tipo di codifica HTML che semplifica la lettura e il recupero dei dati del sito Web da parte dei motori di ricerca. Se i motori di ricerca individuano e visualizzano rapidamente informazioni più pertinenti su un’azienda, i potenziali clienti la individuano più facilmente nei risultati di ricerca)

3. Dai un nome al tuo progetto

Se la tua nuova idea è un progetto corposo o a lungo termine, valuta la possibilità di creare un “secondo soggetto” collegato ma non esattamente uguale al tuo brand. In questo modo, durante le tue ricerche con la concorrenza otterrai delle ulteriori indicazioni su cosa potrebbe funzionare meglio.

Per questo scopo alcuni creators creano degli hashtag brandizzati, molti marketer raccolgono tutti i contenuti legati al loro progetto in un sito web one-page e altri ancora creano dei profili social con degli pseudonimi. Noi ti suggeriamo il sito Namify che, dopo che avrai inserito l’ipotetico nome del tuo progetto, ti mostrerà molte idee di nomi disponibili sui social media.

Torna su