email di follow-up

Le 5 email di follow-up per fidelizzare al massimo i tuoi clienti

Non sai come trasformare i tuoi clienti in “fedelissimi”? Stai cercando un modo per costruire dei solidi rapporti con loro anche al di fuori del processo di vendita, in modo che tornino da te quando dovranno effettuare un nuovo acquisto? Bene, se è così devi assolutamente utilizzare le email di follow-up.

Un’email ben confezionata inviata dopo una vendita, al momento giusto, aiuta a mantenere un canale di comunicazione con il tuo cliente, trasformando un rapporto di vendita singola in una “collaborazione” duratura. Di seguito troverai 5 modelli di email post-vendita da utilizzare per rafforzare il rapporto tra te, la tua azienda e i tuoi clienti, aumentare le conversioni e far crescere il tuo business.

 

1. Email di ringraziamento

La “Thank You Email” è un modello molto utilizzato dalle aziende: serve ad esprimere gratitudine verso i clienti che hanno acquistato un tuo prodotto o servizio e, allo stesso tempo, ricordargli che sei a loro disposizione per fornire assistenza, ulteriori informazioni o altre necessità.

Per rendere perfetta la tua email di ringraziamento aggiungi alcuni suggerimenti sul prodotto acquistato dal cliente o chiedigli di lasciare una recensione: questo, oltre a farlo restare in contatto con te, ti potrà portare nuovi clienti (ad esempio attraverso il passaparola) e, di conseguenza, più vendite.

 

2. Email di recensione prodotto

Le email di recensione prodotto sono un ottimo strumento per ottimizzare i risultati del tuo brand perché ti permettono di avere un feedback dai tuoi clienti. Feedback che, spesso, non riguardano solo lo specifico prodotto acquistato dal cliente, ma che possono riguardare qualsiasi aspetto del tuo business.

Chiedi quindi ai tuoi clienti di lasciare un commento sulla loro esperienza d’acquisto, sui tuoi prodotti, sul sito web della tua azienda e su qualsiasi altro aspetto che ti sta a cuore. Le recensioni e i feedback dei tuoi clienti ti saranno estremamente utili per capire se stai lavorando bene, quali sono i tuoi punti di forza e in cosa invece potresti migliorare.

 

3. Email di benvenuto

In genere le email di benvenuto si utilizzano solo quando un utente si iscrive ad un servizio (ad esempio una newsletter), ma possono diventare molto utili per trasformare i tuoi clienti in una community. Spesso infatti forniscono informazioni aggiuntive (come link alle pagine di assistenza), oltre ovviamente a ringraziare il cliente per il suo acquisto.

A differenza dei messaggi di conferma di sottoscrizione, le email di benvenuto ti aiutano a costruire un rapporto solido con i tuoi clienti, un elemento chiave per il futuro del tuo business.

 

4. Email di conferma spedizione

Questa è la classica email che tutti aspettiamo quando ordiniamo un prodotto online. Assicurati che le tue email di conferma spedizione (o di conferma d’acquisto, nel caso vendessi prodotti digitali) arrivi ai tuoi clienti in tempi molto rapidi. Se necessario integrala con i passaggi successivi, ad esempio inserendo il tracking number per monitorare la spedizione o la procedura che il cliente dovrà eseguire per scaricare il prodotto digitale acquistato.

Non dimenticare di inserire le informazioni di base sul prodotto, in modo che i clienti possano ricontrollare il loro ordine e verificare che sia corretto. Nell’email metti bene in risalto i tuoi contatti, soprattutto per quanto riguarda l’assistenza: i clienti devono sapere subito cosa fare in caso di problemi o richieste di delucidazioni.

 

5. Email informativa

I clienti si aspettano molto dai brand da cui acquistano, e desiderano essere coinvolti anche in modi non strettamente commerciali. In tal senso, un’email informativa è una delle comunicazioni di follow-up che puoi inviare ai tuoi clienti perché, con la “scusa” di fornire informazioni utili, ti permette di costruire una relazione con loro.

Cerca quindi di inviare regolarmente email che offrano ai tuoi clienti delle informazioni utili sul tuo brand, il tuo settore e su altri temi collegati o, ancora meglio, creando un lead magnet (un contenuto gratuito o un incentivo che attira l’attenzione del pubblico e lo convince a lasciare l’email o un altro riferimento necessario per ricontattarlo).

 

Conclusioni

Rendi le tue email informative personalizzate per i tuoi clienti: questo creerà in loro una percezione di esclusività che si tradurrà in una relazione profonda e duratura. Se svolgerai questa attività nel modo corretto puoi star certo che sarai la prima scelta dei tuoi clienti ogni volta che dovranno effettuare degli acquisti.

Usa questi 5 tipologie di email post-vendita per migliorare la customer experience e creare delle relazioni non solo commerciali con i tuoi clienti; questi ultimi ricorderanno il tuo email marketing quando vedranno o sentiranno il nome della tua azienda e attenderanno sempre con piacere di ricevere i tuoi messaggi nella loro casella di posta elettronica, a prescindere dal loro contenuto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su