Social Advertising

Social Advertising, l’importanza della pubblicità sui social network

Dopo aver visto come trasformare i tuoi followers sui social in leads, oggi parleremo della pubblicità sui social. La cosiddetta “social advertising” – oggi rappresenta un canale strategico molto importante per qualsiasi tipologia di business. I consumatori di oggi infatti sono sempre online (soprattutto da smartphone) e molto social, e si aspettano che anche i loro brand preferiti lo siano.

Saper sfruttare i social media, per un brand, significa costruire delle customer experience molto solide, fornire assistenza ai clienti ed entrare in contatto anche con i più giovani, la cosiddetta “Generazione Z”. Del resto molti utenti oggi acquistano sui social: una recente ricerca Deloitte ha mostrato che il 14% dei consumatori oggi effettuano acquisti su questi canali.

Per sfruttare questa nuova modalità di vendita e beneficiare delle nuove opportunità di e-commerce che sono nate con l’arrivo della pandemia, molte aziende stanno aumentando considerevolmente il tempo e le risorse da dedicare ai loro profili social. Secondo un report di Insights e Smartly.io, il 62% delle aziende retail spendono tra il 31% e il 50% del loro marketing budget per la social advertising. Un dato che segna un aumento rispetto allo scorso anno, quando le organizzazioni hanno speso tra il 26% e il 50% del marketing budget.

Social Advertising, Facebook la fa da padrone

Nonostante la crescente popolarità di altre piattaforme, Facebook attualmente è il social più utilizzato per le pubblicità: è infatti utilizzato dal 93% delle aziende e il 36% di loro dichiara che è il canale in cui investono più soldi.

Detto questo, il 42% delle aziende intervistate ha dichiarato di ricevere il miglior ROAS (return on ad spend) da Instagram. Nel 2019 questo valore era del 21%. Il 76% dei brand ha affermato che aumenterà gli investimenti pubblicitari su Facebook, mentre solo il 38% farà altrettanto su Instagram. E c’è anche un 24% che prevede di investirci di meno, nonostante – come detto – il social delle immagini garantisca un ottimo ROAS.

Social media e personalizzazione

Le aziende hanno compreso i vantaggi del personalizzare i propri messaggi sui social e stanno cercando di ottimizzare le loro pubblicità con contenuti ad hoc per i propri utenti. Solo il 15% delle aziende ha affermato di dedicare risorse alla personalizzazione, ma la maggior parte di loro prevede di ottimizzare gli annunci pubblicitari in base ai dati degli utenti (56%).

Social media come fonte di ispirazione per gli acquisti

Da un sondaggio di PWC è emerso che il 37% degli acquirenti online ha affermato di utilizzare i social per ottenere “ispirazione per gli acquisti”. Un dato più alto di qualsiasi altro media online, inclusi i siti web dei brand, i siti di confronto prezzi e i siti multi-brand.

Una precedente ricerca aveva mostrato che i social media influenzano le decisioni di acquisto di circa la metà dei Millennials americani, e che l’85% della Generazione Z utilizza i social per ottenere informazioni sui nuovi prodotti.

I social media per il customer service

I social network sono quindi un canale davvero importante che un brand può utilizzare per coinvolgere i suoi clienti. Sprout Social – una nota piattaforma di gestione e ottimizzazione dei social media per brand – ha intervistato oltre 1000 utenti su Facebook, Twitter e Instagram riguardo cosa si aspettassero che i brand facessero sui loro canali social. Il sondaggio indicava alcune ragioni convincenti per cui i brand dovrebbero aver cura di interagire molto con i propri followers. Ecco i risultati più interessanti:

– il 90% dei consumatori cerca di mettersi in contatto con i brand sui social

– quando un brand ignora le domande o le lamentele dei suoi followers, il 36% di loro criticherà pubblicamente il brand e un cliente su tre passerà ad un brand concorrente

– il tempo medio di risposta di un brand sui social è di 10 ore

– gli utenti, però, sono disposti ad attendere la risposta di un brand fino a un massimo di 4 ore

Molte aziende non hanno ancora predisposto un’adeguata strategia di social customer service, e ciò può far perdere loro molte opportunità. I social si basano infatti sul comunicare e interagire con i clienti e sul cercare di creare una brand experience personalizzata. Questo è quello che gli utenti si aspettano oggi da un brand e, se questi ultimi sapranno capirlo, in cambio otterranno la fedeltà, ovvero uno degli obiettivi più importanti per qualsiasi azienda.

Per un brand un social network è molto più di un canale dove inserire la sua ultima promozione; insieme alle offerte e alle pubblicità, infatti, un’azienda deve elaborare una strategia per coinvolgere i propri clienti. Solo così potrà fidelizzarli, acquisirne di nuovi e aumentare la sua brand awareness.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su