Email marketing implementare strategia

Email Marketing, come implementare la tua strategia


Un’importantissima distinzione che vale per qualsiasi attività online è quella tra ciò che possiamo fare e ciò di cui abbiamo bisogno, e questo quindi vale anche per l’email marketing. Si potrebbe ingenuamente pensare che, per un business, un’attività di email marketing produca automaticamente un aumento delle vendite, ma questo non è sempre vero.

Il primo consiglio che ti diamo è di prendere un foglio di carta e stabilire i tuoi obiettivi di breve, medio e lungo termine (che potrebbero essere anche gli stessi: aumentare le tue vendite). Se il tuo obiettivo è aumentare le vendite, la tua attività di email marketing sarà piuttosto semplice perché consisterà prevalentemente nel creare delle email relative ai tuoi prodotti o servizi da inviare periodicamente ai tuoi contatti. Attenzione, però, perché questo approccio tende a rivelarsi una soluzione a breve termine. Infatti a causa della cosiddetta “data apathy” – la mancanza di interesse per i dati – l’abbandono dei clienti e la questione dello stock management (la gestione delle scorte) sono tutti fattori che rendono questa strategia di email marketing poco sostenibile nel lungo periodo.

Parliamo molto di concetti quali la brand awareness, la customer retention, il brand engagement, la presenza social etc ma, in ultima istanza, qualsiasi attività di marketing ha lo stesso obiettivo: ottenere dei ricavi nel lungo periodo. Ecco allora che, alla luce di questa considerazione, dovremo pianificare il nostro email marketing in modo da raggiungere questi obiettivi. Per farlo dovremo utilizzare una combinazione di vendite e contenuti di valore che siano in grado di coinvolgere i nostri clienti, inducendoli ad acquistare i nostri prodotti o servizi. In sintesi, il nostro obiettivo è di diventare, col tempo, un mittente affidabile nella casella email dei nostri contatti.

Questo ovviamente non è semplice, perché qualsiasi uomo di marketing vive nella paura di essere visto come uno spammer. Questo però è un timore infondato: è giusto infatti inviare una (o anche due) email al giorno ai nostri clienti, soprattutto quando si hanno delle novità o cose interessanti da dire.

Per capire come utilizzare al meglio l’email marketing, per prima cosa dobbiamo vedere come si può raggiungere un obiettivo di lungo periodo.

Inutile dire che aumentare il numero dei destinatari delle tue email significa aumentare il numero di persone potenzialmente interessate ai tuoi prodotti o servizi, quindi cerca di ottenere sempre nuovi contatti a cui inviare i tuoi messaggi. Per farlo, ci sono alcune strategie utili ad incoraggiare le persone a iscriversi creare quindi un elenco una mailing list di qualità.

COME COSTRUIRE UNA MAILING LIST EFFICACE

1. Sviluppa la fiducia negli utenti

Considerate i tanti messaggi spam che tutti noi riceviamo ogni giorno, dovrai essere trasparente con i tuoi utenti su come utilizzerai le loro informazioni e il loro indirizzo email. Inoltre, quando si iscrivono ad una nuova newsletter, molte persone si preoccupano della frequenza delle email, vogliono essere sicuri che la loro casella non sarà invasa dai tuoi messaggi.

Come fare quindi per sviluppare la fiducia negli utenti? Sii sincero sulle tue attività e il tuo stile: includi una dichiarazione nel modulo di iscrizione in cui spieghi che “non vendiamo né condividiamo mai le tue informazioni”. Inoltre sii chiaro sulla frequenza di invio delle tue email e semplifica sia l’aggiornamento delle preferenze (frequenza dei messaggi o segmentazioni della mailing list) sia l’annullamento dell’iscrizione alla newsletter. Fornire agli iscritti un certo controllo sulle comunicazioni che ricevono significa che avranno maggiori probabilità di fidarsi di te.

2. Prometti loro che troveranno dei contenuti utili

Alla maggior parte delle persone piace poter condividere qualcosa di nuovo, essere i primi a saperlo o magari essere in anticipo sulle nuove tendenze. Usa la tua email per questi scopi: con innumerevoli siti web che offrono prodotti o servizi simili, se una persona visita il tuo sito probabilmente significa che è interessata a quello che offri. Se hai attirato la sua attenzione, mantienila promettendo che nella sua casella di posta riceverà sempre delle informazioni aggiornate e tutti i nuovi prodotti o servizi della tua azienda.

3. Dimostra che i tuoi servizi valgono

Fai sapere ai visitatori quante altre persone stanno già ricevendo e apprezzando le tue email. Questo non solo li attirerà attraverso il cosiddetto “effetto carrozzone”, ma i tuoi numeri possono aiutare molto ad ottenere la loro fiducia. Ad esempio, un box nella parte inferiore del modulo di iscrizione della tua newsletter potrebbe dire “Unisciti agli altri 10.000 iscritti”. Non solo questo dice che tutte quelle persone hanno già deciso di ricevere i tuoi messaggi nella loro casella email, ma anche che la tua newsletter è qualcosa che viene apprezzato. Attenzione però a non gonfiare troppo i numeri: se stai appena iniziando a costruire la tua lista, è meglio utilizzare questa strategia quando i tuoi numeri dimostreranno valore e coinvolgimento.

4. Sfrutta il potere del passaparola

Il passaparola è la pubblicità che tutti cercano: pensa che il 92% dei consumatori si fida dei consigli di amici e familiari. Che si tratti di social media, inoltro di email o una conversazione che porta alla condivisione, i tuoi fan e gli iscritti alla tua newsletter possono essere il tuo miglior mezzo di promozione. Incoraggia i tuoi iscritti a partecipare a spargere la voce e, magari, incentivali a farlo offrendo loro uno sconto o un’offerta che otterranno ogni volta che un nuovo utente si iscrive.

5. Offri sconti e contenuti gratuiti

Uno dei modi migliori per convincere le persone a iscriversi a qualcosa è incoraggiarli, e incoraggiarli significa condividere qualcosa di valore con loro in cambio di qualcosa di valore per te (il loro indirizzo email). Anche se gli sconti sono un’ottima opzione, puoi anche offrire delle guide, dei webinar, degli ebook gratuiti o altre risorse relative ai tuoi prodotti o servizi.

6. Rendi semplice l’iscrizione alla tua newsletter

Se desideri maggiori informazioni o più dati, raccoglili in un secondo momento. Lascia che le persone scelgano di farlo. È fondamentale che l’iscrizione alla newsletter sia il più semplice possibile. Ma semplice che significa? Significa prevedere solo due o tre campi – nome e indirizzo email – non di più. Questo è tutto ciò di cui hai davvero bisogno per iniziare. Nessuno vuole compilare un lungo modulo, né farlo su un dispositivo mobile, che molto probabilmente sarà lo strumento con cui la maggioranza dei tuoi iscritti andranno a visitare il tuo sito web.

Tornando all’obiettivo principale di questa “guida”, vediamo adesso cosa possiamo fare affinché la nostra newsletter raggiunga un obiettivo di lungo periodo.

LIST RETENTION

La cosiddetta “list retention” è un altro aspetto fondamentale: qui si tratta di cercare di non far diminuire il numero dei tuoi contatti email. Grazie alla tua abilità nel produrre ed inviare contenuti interessanti, vedrai che aumenterà anche il ritorno sul tuo CPA (Cost per Acquisition) iniziale.

EMAIL AUTOMATION

Utilizza gli strumenti di automazione che il web ti offre per inviare ai tuoi contatti dei contenuti interessanti e – cosa ancor più importante – negli orari migliori. Oltre a questo, cerca sempre di coinvolgere i tuoi utenti con email personalizzate in base al periodo (festività, saldi, promozioni…) e al contenuto. Ad esempio, potresti inviare periodicamente ai tuoi clienti delle guide, dei suggerimenti o degli aggiornamenti sui prodotti o servizi che hanno acquistato in precedenza.

COMUNICAZIONI PERSONALIZZATE

Una volta che avrai raggiunto un buon numero di utenti, ti consigliamo di segmentarli in base ad alcuni criteri (età, sesso, professione…): in questo modo potrai preparare delle email personalizzate da inviare solo ad alcuni di loro, creando una relazione uno-a-uno che li farà sentire ancora più seguiti e coccolati.

NON AVER PAURA DI INVIARE MOLTE EMAIL

Infine, l’ultimo suggerimento che ti diamo è di non aver paura di inviare molte email. Come abbiamo visto, è giusto scrivere ai nostri clienti se abbiamo delle informazioni importanti da dargli. Ricordati che il marketing one-to-one di cui spesso si parla nella pratica è impossibile da ottenere, perché non puoi sempre sapere di cosa hanno bisogno o cosa desiderano le persone in un dato momento.

In conclusione, se hai dei nuovi prodotti o servizi, delle promozioni o qualsiasi altra comunicazione che ritieni importante dare ai tuoi clienti, non pensarci due volte: apri la tua casella email, scrivi un messaggio coinvolgente e… clicca il tasto “Invia”!

Torna su