SEO visibilità immagini

SEO, 4 consigli per dare più visibilità alle tue immagini

Sapevi che, così come i testi per il web, anche le immagini dovrebbero essere ottimizzate? Molti di noi scaricano dal web immagini non coperte da copyright e le caricano direttamente sul proprio sito senza alcuna modifica. È bene sapere però che, per ottenere i migliori SEO, assicurarsi di utilizzare immagini “copyright-free” non è sufficiente.

Nell’utilizzo delle immagini sul web vi sono infatti alcuni altri fattori da considerare, il più importante dei quali è ottimizzarle per i motori di ricerca. Questa operazione ti permetterà infatti di attrare più traffico sul tuo sito e, di conseguenza, di migliorare il tuo posizionamento sulla SERP. Inutile dire poi che più traffico ricevi, più possibilità avrai di ottenere delle conversioni.

Ma come si fa ad ottimizzare le immagini? Di seguito troverai 4 utili consigli SEO per “potenziare” le tue foto, migliorandone la visibilità e attirando quindi più traffico.

1. Personalizza il nome delle tue immagini

La prima e importante cosa da fare quando carichi un’immagine sul tuo sito è modificare il suo nome: non importa quanto Google sembri intelligente, ricordiamoci che è pur sempre una macchina che opera secondo le istruzioni che le vengono fornite.

Mettiamo ad esempio che cerchi su Google la parola “rosa”: i risultati che otterrai saranno moltissime immagini di rose. In realtà però Google non sa com’è fatta una rosa: quello che effettivamente fa Big G è ricercare sul web e mostrarti tutte quelle immagini il cui nome e Alt Tag includano i termini “rosa” o “rose”.

Quindi se aggiungi un’immagine di un cane ma la rinomini “rosa” Google non saprà se quell’immagine ritrae effettivamente un cane e, inevitabilmente, la includerà nei risultati di ricerca per la parola “rosa”.

Assegnare il nome corretto ad ogni immagine che carichi sul tuo sito web è quindi un’operazione essenziale per assicurarti che appaia nei risultati di ricerca corretti (e questo – come già detto – aumenterà la visibilità dell’immagine stessa).

2. Utilizza gli Alt Tag

Aggiungere gli Alt Tag (detti anche “Alternative Tag”) alle tue immagini è un’altra operazione molto importante per renderle SEO-friendly. Questi tag servono a descrivere il contenuto del file immagine: se ad esempio carichi una foto sul tuo sito ma per qualche motivo non viene visualizzata, gli utenti capiranno ugualmente di che si tratta poiché, passando il mouse sullo spazio bianco che dovrebbe contenerla, apparirà il nome che avrai assegnato a quell’immagine.

Una seconda utilità degli Alt Tag è che migliorano l’accessibilità del tuo sito, per esempio per gli utenti con difficoltà visive che utilizzano uno screen reader (un lettore di schermo per ciechi o persone con deficit visivi): essi infatti, grazie agli Alt Tag, non avranno problemi a capire cosa mostrano le immagini della pagina web che stanno consultando.

Devi sapere che la web accessibility oggi è un fattore molto importante per il ranking di Google, perciò usare gli Alt Tag è un altro ottimo metodo per aumentare la tua visibilità online.

3. Ottimizza le tue immagini per la visualizzazione da mobile

Come potrai facilmente immaginare, in un web che ormai viene consultato principalmente da smartphone (e tablet), è imprescindibile che le immagini contenute su un sito web siano ottimizzate per la visualizzazione da mobile.

Le tue immagini devono essere “responsive” perché, se un utente entra nel tuo sito e noterà problemi di visualizzazione, è assai difficile che deciderà di fare altre visite. E, naturalmente, un aumento del “bounce rate” (il tasso medio di abbandono di un sito web da parte degli utenti) andrà ad incidere negativamente sulla SEO del tuo portale.

Per evitare problemi di questo genere, quindi, rendi le tue immagini mobile-ready: le tue foto, cioè, dovranno ridimensionarsi automaticamente in base alle dimensioni del display dei tuoi visitatori, permettendo loro di visualizzare correttamente il tuo sito da qualsiasi dispositivo.

4. Comprimi le tue immagini

Infine, la compressione. Molti dimenticano di comprimere le immagini prima di pubblicarle sul loro sito, e ciò va ad influire sulle prestazioni. È chiaro infatti che un’immagine HD di grandi dimensioni avrà un grande peso in termini di megabyte, e files troppo pesanti finiranno per rallentare il tempo di apertura delle tue pagine.

La gente non sopporta i siti lenti: se un sito impiega più di 2 secondi a caricarsi l’utente esce. Per far sì che ciò non accada, quindi, ricordati di controllare sempre le dimensioni delle immagini che stai per caricare sul tuo sito e, se sono troppo grandi, ridimensionale utilizzando uno dei tantissimi tool di compressione presenti online (molti ti permettono di alleggerire le immagini senza perdere qualità).

Adesso sai come ottimizzare le tue immagini e ottenere maggiore visibilità: segui sempre questi 4 consigli e vedrai che in pochissimo tempo il traffico sul tuo sito aumenterà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su