Web a me non serve perché le imprese e i professionisti ancora non investono e perrché dovrebbero farlo di claudio lombardi

A cosa serve un sito internet e il progetto web? Aggiornamento per chi pensa che…

“a me il sito internet non serve”
“ Utilizzo altri strumenti per incrementare i miei clienti”
“mi cercano grazie al passaparola”
“mi conoscono”
“ho fatto la pagina Facebook ma non posto da mesi”

Ma cosa succede se il tuo cliente o l’utente interessato che sicuramente cerca su Google e è perennemente connesso a Facebook o su altri social viene intercettato da un tuo concorrente con risposte efficaci ai suoi quesiti o attraverso una sponsorizzazione sui social o sui motori di ricerca con l’offerta che serve a lui in quel momento?

Nel caso che la tua azienda viene suggerita dal tuo cliente soddisfatto, dei tuoi servizi o prodotti, all’amico del cuore quest’ultimo stai sicuro una ricerca su internet la farà sicuramente.
Anche quando ti cercano con il nome e non ti trovano o trovano un sito o una pagina poco aggiornata il rischio di perdere il contatto è alto.

In molti casi la nostra presenza sul web serve anche a filtrare chi è veramente interessato è ha un esigenza da risolvere da chi ha solo curiosità che non generano conversioni (vendite o altro); molte delle attività offline come mi confermano i miei clienti da questo punto di vista sono poco efficaci: cioè si raggiunge un pubblico anche vasto ma poi in termini di ROI il risultato è scarso; è anche in questo caso chi è coinvolto da cartelloni, volantinaggio, passaggio su radio e giornali una verifica ulteriore dallo smartphone la compie (ad esempio per cercare la via o altre info di contatto o per valutare le recensioni).

In molti settori è ancora possibile trovare uno spazio efficace online soprattutto nel caso di realtà locali; la competizione si fa sempre più dura ma molti tuoi competitor tergiversano come te!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su