La globalizzazione è parte di un ciclo economico e per questo deve essere analizzato senza pregiudizi. Per alcuni aspetti la globalizzazione è un processo positivo: permette un interscambio culturale e facilita l’accesso alle informazioni; nei sistemi produttivi va, però, a discapito delle aziende nazionali e appiattisce le differenze tra i vari paesi; inoltre se non adeguatamente controllati gli articoli che provengono da nazioni dove la qualità e la sicurezza sono optional invadono il mercato mettendo in pericolo la salute dei consumatori.

Meno Global più local

Stiamo assistendo a una inversione di tendenza perché i lavoratori nei paesi meno industrializzati, prima malpagati, si specializzano e diventano contemporaneamente consumatori quindi chiedono e spesso, giustamente, ottengono un aumento di reddito vero motore dell’economia interna; d’altro lato si assottiglia la convenienza per le aziende italiane a produrre fuori i confini nazionali (tempi di attesa per l’arrivo delle merci troppo lungo, costo del petrolio fermo ai massimi da tempo).

Esaltare la vocazione territoriale

Quindi si riducono, per le imprese nostrane, i competitor che intervengono nel mercato domestico; tra questi le società multinazionali, mantengono e ampliano le posizioni, perché sono in grado di produrre sul posto garantendo, comunque, impiego per la popolazione del luogo. Il compito delle piccole e medie aziende italiane è quello di esaltare la propria visione local, presso i consumatori, come sviluppo dell’economia della zona dove si vive e lavora; non solo prodotto in loco, ma anche qualità controllata e prezzo competitivo.

La rivoluzione nell’agricoltura

E questa rivoluzione parte dall’antico, dalla terra: molti si riscoprono contadini e sbarcano nel web per arrivare direttamente all’utente che insieme a loro condivide cultura della coltivazione biologica e del km quasi zero. Anche qui la sfida è con i colossi della produzione ma internet permette di essere premiati se si scommette su localizzazione e specializzazione.

Secondo te è possibile? Come semplificare questa operazione?