descrizione della pagina facebook per ottimizzare comunicazione e visibilità designed by claudio lombardi

Come ottimizzare la pagina facebook . Consigli e case history per la compilazione delle descrizioni

Siete titolari o manager di una piccola o media azienda? Probabilmente la vostra pagina Facebook è già operativa da tempo e non ha senso dilungarsi troppo sulle impostazioni iniziali.
Se il vostro brand raggiunge tutto il territorio nazionale e internazionale avrete sicuramente scelto la macrocategoria Marchio o Prodotto, se avete più negozi monomarca dislocati sul territorio nazionale avrete optato per aprire pagine locali, percorso più impegnativo ma che permette di sfruttare la geolocalizzazione che questa piattaforma mette a disposizione; e avete anche deciso quale tra le sottocategorie (lacunose) di facebook recensire la tua attività.
Se così non fosse vi consiglio di prendere in mano il piano marketing e ricalibrare la presenza sui social della vostra azienda
Procediamo!
L’ottimizzazione che andrò a descrivere è un intervento che serve a comunicare il vostro messaggio unico e memorabile e ad aumentare la visibilità complessiva; qualsiasi spazio messo a disposizione dal Big Social può diventare una call to action oppure un testo che vi renda riconoscibili, divertenti e interessanti.
La breve descrizione è il posto ideale per la frase a effetto che meglio descrive la vostra società, oppure per una call to action: se la vostra pagina è un marchio oppure un’organizzazione, o ancora un sito web il testo della breve descrizione apparirà in alto nella panoramica aziendale quando cliccate su informazioni mentre se è un’ impresa locale appare sotto la cartina cliccando sempre sul medesimo link.
Facebook è il luogo ideale dove raccontare la vostra storia passata, presente e i progetti futuri e la lunga descrizione, la mission, la data di fondazione e i traguardi sono gli spazi dove pubblicare il prologo, gli interpreti, la trama e le conclusioni del vostro libro; la timeline dove scorrono le immagini, i video e gli aggiornamenti di stato della pagina sono lo svolgimento ideale di questa storia, o almeno in parte.
Tra i brand nazionali citiamo come esempio da seguire sicuramente Luxottica che essendo di rilievo internazionale sceglie la lingua inglese per presentare la sua pagina                                           Luxottica Group Page
a chi la segue e di cui apprezzo la breve descrizione e la mission
Internazionale è anche il respiro della pagina ufficiale di Armani
Armani Page
che nella breve descrizione cita una frase del fondatore e nella descrizione lunga tratteggia, appunto

Coca cola racconta le storie di chi l’ha scelta come la bevanda con le bollicine preferita e limita le sue info a questa frase: The Coca-Cola Facebook Page is a collection of your stories showing how people from around the world have helped make Coke into what it is today.
CocaCola Page
Barilla racconta le sue origini e i progetti: nella panoramica parla di famiglia e nella mission di sicurezza, sostenibilità, coraggio e curiosità intellettuale; “Dove c’è Barilla c’è casa” il celebre pay off della azienda di Parma trova spazio nella breve descrizione                                                               Barilla Page
Seguire e capire i grandi marchi non per copiare ma per prendere ispirazione ecco a cosa serve avere dei benchmark da tenere sotto controllo; ispirazione che probabilmente è mancata al responsabile della pagina facebook del Mulino Bianco che ripete ossessivamente nella descrizione, nella panoramica e nella mission un unico testo.
Mulino Bianco Page
Compilare correttamente questi spazi lasciati da facebook è molto importante perché chi ha cliccato sul tab informazioni sta comunicando l’interesse verso l’azienda e potrebbe inizare da questo spunto il viaggio verso la trasformazione di un utente interessato in un cliente soddisfatto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su